Stazione Tiburtina-Roma

Buon anno nuovo a tutti!Happy new year to everybodyyy!!!

Ho letto questo articolo sulla stazione Tiburtina che mi è piaciuto molto (e sopratutto mi trova molto d’accordo)

stazione tiburtina roma

E’ faccenda romana ma, se la si guarda bene, da vicino, assurge a contenuti universali.  E’, questa nuova stazione ferroviaria, come un gigantesco (davvero gigantesco) sfregio nel centro della città capitale,  non lontano dal cimitero del Verano. Dal termine sfregio si capisce che non mi è piaciuta fin da subito, dal suo apparire.

Ma quello che mi appresto a dire va anche oltre la parola “sfregio”. E’ una diagonale insensata. Unagomitata a un disegnatore distratto. Come se un pazzo avesse deciso di far precipitare  un ferro da stiro – come la Costa Concordia, affondata preso l’Isola del Giglio  – su un mucchio di case e binari di una città giù sfigurata.

Sono andato a guardare meglio e ho capito molte cose. Che non mi hanno fatto cambiare idea. Anzi.  Dall’interno della piramide non si coglie la mostruosità, questo è vero. Ma neanche dal di dentro di Cheope si coglie la magnificenza. Invece stando dentro questo aggeggio se ne coglie perfettamente la stupidità. Se arrivi in treno, per esempio con il Freccia Rossa, te la trovi sopra la testa. Esci dal vagone e sei invitato (non avendo scelta) a salire su una lunga scala mobile, che è la via obbligata per uscire dalla stazione. Energia elettrica sprecata a go go. Scala mobile che ti conduce, qualche piano sopra, in un larghissimo corridoio deserto.

Ma che dico? Corridoio? No. E’ una avenue, un corso, un’autostrada, larga decine di metri (non ho misurato), nella quale i miei co-passeggeri del lungo treno passano come formichine nere, come unosciame di pulci, in mezzo a una sequela lunghissima di spazi per negozi. Tutti vuoti.

L’illuminazione è scadente, per fortuna. Così si consuma meno. Chi ha progettato questo mostro calcolava, evidentemente, che avrebbero supplito le vetrine rutilanti di luci dei negozi. Ma siccome sono tutti rigorosamente non occupati, occhiaie nere e lugubri, si resta nella penombra priva di consumo, a sbirciare a fatica una  segnaletica scarsamente visibile. E questo è solo uno dei piani. Ce ne sono altri, del tutto spenti. Ci sono deviazioni e svolte, altre scale mobili, che sono immobili.

Tutto questo falansterio – avrete capito – è stato progettato esclusivamente per il consumo:  con una stazione ferroviaria, fatta per prendere treni e scendere dai treni, non ha nulla a che fare. L’obiettivo è stato identico a quello di un comune autogrill, dove il percorso è  disegnato in modo che il gregge debba zigzagare tra salami e dvd e giocattoli e bottiglie di vinacci. Semplicemente hanno innestato un  enorme grande magazzino sulla vecchia stazione ferroviaria, schiacciandola con unaspada di cemento armato grande quasi come la pista di un aeroporto.

Voi direte: non avere fretta. Vedrai che, con il passar del tempo, tutti quei negozi, quei bar inesistenti, verranno riempiti da proprietari vogliosi di vendere qualcosa, e, quindi da compratori spasmodicamente vogliosi di comprare quelle cose che saranno state impilate sugli scaffali.  Non so, vedremo. Ma ho l’impressione che chi ha pensato a questo obbrobrio abbia molto banalmente il cervello già intasato da una quantità sterminata di oggetti inservibili. I quali hanno occupato tutto lo spazio dove  avrebbero potuto circolare le idee. 

Non so chi sia  quello che ha commissionato l’orrore. So che lo abbiamo pagato noi. Non so neanche chi sia il progettista. Penso che un architetto che disegna un tale insulto all’intelligenza, alla logica, al rispetto dei passeggeri, sia niente più e niente meno che la pecora che deve passare nei meandri dell’autogrill. Stessa visione del mondo incartata nel panettone. Sicuramente è laureato, ma cosa vuoi che venga fuori da facoltà universitarie dove le materie di studio dicono  che lo sviluppo dei consumi dev’essere infinito e, dunque, ti insegnano a progettare degli outlet infiniti? 

Ecco in che senso la Stazione Tiburtina assurge all’universale, all’ineffabile. Andiamo in recessione, i redditi diminuiscono, i consumi  diminuiscono, le entrate dello stato diminuiscono. Ma ilFaraone dice che torneremo a crescere. E, tutti in fila, i tecnici, i professori universitari, i sottosegretari, i capi partito, a commissionare e progettare  falansteri del consumo infinito.

Io manderei tutti in gita premio a Detroit, dove chi c’è stato racconta di una città vuota, spenta, sbarrata. Le fabbriche sono già state chiuse da tempo, intere vie sono off limits, salvo che ai cani.  Oppure tutti in gita premio  – di secondo livello  – ad Atene, dove è già peggio che a Detroit.

Per la Stazione Tiburtina sarà la fine quando il futuro Faraone d’Italia deciderà che, per risparmiare la luce, si devono fermare le scale mobili. Così, quelli che scendono dai treni bivaccheranno, con il coltello a portata di mano, sui marciapiedi. Suggerisco la visione di un vecchio film: “Piccoli omicidi”

di  

Annunci

Macelleria umana

Si sa che Londra è la patria delle stranezze e del kitch…ma questa volta non vi sembra una trovata un po’ fuori dal comune questa?

A Londra apre la prima macelleria di carne umana! – FOTO SHOCK

Una trovata pubblicitaria che fa impressione e che ha lanciato la Capcom a Londra in occasione dell’uscita di ‘Resident Evil 6′. Un’idea di cattivo gusto è stata quella di aprire una macelleria e di assemblare la carne in modo da darle aspetto umano. Attenzione è solo una trovata, non è carne veramente umana ma quanto è fuori luogo questa scelta…

Schermata 2012-10-07 a 17.17.51

Schermata 2012-10-07 a 17.17.59

Schermata 2012-10-07 a 17.17.42

Babba bia!

My UK

Alcune delle cose che ci piacciono dell’Inghilterra

(ovviamente senza omettere che non è tutto rose e fiori!)

1. Dignità: Nel regno la gente e’ dignitosa, nel senso che esiste una considerazione e stima nei confronti di se stessi ma sopratutto degli altri come ad esempio, gli stranieri . Ogni individuo viene trattato per quello che e’ non per quello che appare. Tipico esempio, quello del poliziotto che ferma l’automobilista in italia (favorisca patente e libretto!) in uk (Buonasera come va la vita? posso chiederle di mostrarmi la sua patente?) morale, siamo tutti uguali, e siamo tutti sulla stessa isola (nel vero senso della parola)

2. Rispetto: e’ ovunque, se dovessi elencare i casi di rispetto che ho vissuto ci metterei delle ore…(vecchiette che ti fanno salire sull’autobus perché sei arrivato prima di loro…etc…)

3. Tolleranza: 750 lingue solo a Londra, società multirazziale con un incredibile integrazione. se vali, non conta chi sei o da dove vieni.
informazione – tanta ovunque

4. Giustizia: (processi quasi istantanei, alla faccia di chi ha aspettato 15 anni in italia)

– i processi in Italia si fanno in TV e sui giornali con potenziale influenza sui giurati che dovrebbero decidere in tribunale
– i processi qui si fanno nel silenzio stampa piu’ assoluto in modo che il giudizio in tribunale sia il piu’ garantista possibile. La stampa/TV ne parla SOLO DOPO

5. Generosita’: esistono le charities con i relativi charity shops, sottoscrizioni, maratone ecc.

6. Le file: In inghilterra non esiste la fila a ventaglio ma solo quella indiana! (vedi punto 2)

7. Bollo di circolazione:

-Non si paga se e’ ferma in garage
-Nel caso in cui dovessi vendere il mezzo semplicemente prendi il bollo e vai all’ufficio postale dove verrai rimborsato in tempo reale per la parte del bollo di cui non hai usufruito durante l’anno (lo so e’ pazzesco da pensare per noi italiani)

8. Assicurazione: stessa cosa del punto precedente

assistenza legale gratuita nel caso in cui non hai soldi, perché tutti hanno diritto ad avere accesso alla giustizia. In italia t’attacchi al tram: o hai un avvocato o te ne da uno lo stato (e te lo paghi!) (esperienza vissuta)

musei pubblici sono gratuiti

esiste la polizia di quartiere

autobus con pedane che funzionano e sopratutto presenti!

pasti a domicilio per i vecchietti (italia solo a bologna) a spese del comune

assistenza ai vecchietti molto presente, attraverso case di cura private e charities come Age concern

il primo ministro ha chiesto scusa per l’intervento dell’Inghilterra nel trasporto degli schiavi nel sud america nel lontano ‘500

assistenza sanitaria gratuita per tutti, e di qualità’ (discutibile per il fatto che hanno ancora una mentalità vittoriana)

Non esiste l’ICI o una qualunque tassa di proprietà’ che serve a riempire le tasche a quei poracci in parlamento

Non c’è la VAT sui beni di prima necessità come cibo e vestiti (IVA in italia)

ne consegue che non c’è la tassa sulla FARINA ne tantomento sulle BANANE (non sto scherzando, in italia fino a pochi anni fa c’era una tassa sulle banane)

Tutti i contraccettivi sono gratuiti, per TUTTI

Se sei senza lavoro hai diritto ad un dentista, GRATUITO

Se sei senza lavoro tutte le visite mediche e le medicine sono GRATUITE

Se sei senza lavoro in un periodo freddo dell’anno lo stato ti aiuta a pagarti le bollette del gas, AUTOMATICAMENTE senza doverlo chiedere a nessuno

I grandi capi delle grandi aziende e i politici spesso rifiutano i bonus di milioni di sterline a fine anno perché ritengono sia immorale

Le bollette spesso CALANO

Londra ha la più completa rete WiFi pubblica d’europa

La metro di Londra ha il WIFI (GRATUITO!)

Gli inglesi si fermano alle strisce pedonali, SEMPRE.

Il comune invia lettere ai cittadini chiedendo se sono d’accordo a proposito un cambiamento che hanno in mente di fare per quanto riguarda ad esempio, la RACCOLTA DIFFERENZIATA

Sulla BBC non ci sono pubblicità = altrimenti perché paghiamo 140 sterline all’anno di canone? (TV TAX)

Non bisogna pagare il bollo da mettere sul passaporto ogni volta che si esce dall’unione europea

La burocrazia si fa SU INTERNET o alla peggio PER POSTA

La posta funziona e arriva ed esistono 2 servizi: First class se hai fretta e Second class. STOP

Non esistono MARCHE DA BOLLO da mettere sulle documentazioni/certificazioni di carattere burocratico

Non ho bisogno di un commercialista per sapere quante tasse devo pagare, Il fisco qui sa tutto su quello che guadagno e ci pensa lui a tassarmi automatizzando il tutto.

Il mio fornitore di energia elettrica mi fornisce 14Kw costanti senza che salti la luce.

Tutti i marciapiedi delle stazioni sono a livello dell’entrata del treno, non bisogna essere alpinisti per poter salire a bordo

Ci sono 3 partiti politici, STOP

Nelle stazioni dei treni trovi i cartelloni pubblicitari che ti dicono POTRESTI AVER PAGATO TROPPE TASSE e ti invitano a controllare che nel caso, lo stato te le rimborsa (nel giro di 2 settimane non anni)

esiste un solo organo di polizia (no finanza, vigili, etc…) e NON va in giro armata.

I grandi supermarket sono aperti 24h su 24

I semafori diventano gialli prima del verde in modo da poter ingranare la marcia con comodo e partire

Non ci sono tasse sui conti correnti e le carte di credito/debito

Quando compri una sim/telefonino in negozio nessuno ti chiede la carta di identità e il codice fiscale, quando glielo ho raccontato ad un inglese mi ha letteralmente preso per pazzo

I libri costano davvero poco

Le bollette sono molto meno care che in italia

Le autostrade sono gratuite

Non si vede mai il papa in tv

La BBC ha trasmesso il documentario FROZEN PLANET con uno sharing di 15 milioni di spettatori cosa che in italia succede solo per una partita di calcio

Le stazioni radio non si sovrappongono mai quando viaggi

niente mafia camorra ndrangheta…

Quando firmi un contratto d’affitto non hai bisogno di notai, carabinieri parroco sindaco. Solo tu, il proprietario ed un testimone che firmi.

Se per lavori alle tubature tolgono il gas al tuo appartamento per diversi giorni, la compagnia del gas ti regala fornelletti elettrici, scalda acqua elettrici, 90£ a persona a settimana, pasti gratis per tutti i giorni in cui è presente il disservizio

Le gente qui non butta via niente, se c’è qualcosa che qualcun’altro potrebbe riutilizzare semplicemente si mette davanti alla porta di casa e si aspetta che qualcuno se lo venga a prendere (a gratis): Mi sono fatto quasi tutto l’arredamento con questo metodo

La burocrazia è ONLINE o via TELEFONO, No FAX, o file lunghe eterne agli sportelli comunali o cazzate del genere

La burocrazia è VELOCE, 4 giorni per avere la patente nuova!

Un barbone mi ha preso a calci la mia Vespa senza motivo, la polizia è arrivata, l’ha arrestato, il giorno dopo era in tribunale giudicato colpevole con il dovere di risarcirmi 300£, fine.

Fare il passaggio di proprietà di un mezzo costa 35 euro, indipendentemente dalla cilindrata

Reimmatricolare una moto/auto da ZERO costa al massimo 60 euro

Screen Shot 2012-05-15 at 13.28.04
Nei centri commerciali sono presenti caricabatterie per telefoni cellulari self service

Screen Shot 2012-05-15 at 13.28.37
i dischi costano pocchissimo (un po’ personale come motivo…)
Screen Shot 2012-05-15 at 13.29.57
Le compagnie ferroviarie incitano la popolazione a testimoniare contro i vandali e comportamenti non adeguati di persone sui treni

Screen Shot 2012-05-15 at 13.31.04
Asciugatrice del vicino che non la vuole più’ e invece di buttarla la mette sul marciapiede con un cartello con scritto FUNZIONO! Se ti servo prendimi gratis!

Screen Shot 2012-05-15 at 13.35.49
L’informazione sta alla base del sistema – Volantini in un ospedale

Screen Shot 2012-05-15 at 13.36.10
Il comune pianifica QUALCOSA in quella zona e lo avvisa ai cittadini in modo che se non fossero d’accordo possano lamentarsi.

image
Sindaco di LONDRA va al lavoro

Screen Shot 2012-05-15 at 13.27.37
Informazioni gratuite sulle medicine che stai prendendo, in un SUPERMERCATO…..

Credits

http://www.giacominz.it/

Ebay-No agli italiani

Ahimè la nostra fama di gente poco affidabile (meglio non precisare a chi mi riferisco sopratutto)è arrivata un po’ dappertutto…tanti venditori ebay infatti,nelle loro descrizioni,precisano di non voler vendere nel nostro paese,venditori stranieri e non precisiamo.

http://forums.ebay.com.sg/thread.jspa?threadID=500000654
(Link dove venditori internazionali discutono su come affrontare il problema degli acquirenti italiani)

564305_4008224408882_1379360225_33571707_229676360_n
ebay

Molto molto triste…….

Credits

http://www.giacominz.it/

I 10 lavori senza laurea secondo studenti.it

Mi permetto di dissentire ASSOLUTAMENTE da questo articolo del sito studenti.it

http://www.studenti.it/foto/lavoro/i-10-lavori-che-rendono-felici/prete.php

Allora 1 il prete non è un lavoro da scegliere ma dovrebbe essere una vocazione
2 Da quanto sono per fare la fisioterapista,psicologa e l’agente finanziario la laurea SERVE.
3 Lo scrittore e l’artista non ti permettono di campare a meno che tu non sia Picasso o Stephen King (già Van Gogh è morto povero per esempio)e 4 le insegnanti dovrebbero essere LE PRIME ad averla.

SBAGLIO?!