La razione K

Non perdetevi questa mostra se vi trovate a Milano tra il 22 gennaio ed il 22 febbraio!

Al Triennale Design Museum in viale Alemagna 6 potrete trovare la mostra LA RAZIONE K,curata da Giulio Iacchetti.

La mostra espone le confezioni alimentari che i vari eserciti del mondo forniscono ai propri uomini in azione quando si trovano al fronte.

Minimal & Smart è la parola d’ordine!

Ovviamente la mostra è divisa per Paesi del Mondo visto che ognuno rifornisce i propri soldati a sua discrezione.

Ecco un anticipazione :

Nuova Zelanda

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Danimarca

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Francia

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Estonia

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Francia

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Israele

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Italia

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Russia

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Svezia

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Thailandia

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Uk

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Usa

Cosa mangiano i soldati, la 'Razione K' in mostra

Hello!

Vi saluto per qualche giorno per questioni mediche…che noia.

Continuerò comunque a seguire i vostri blog 🙂

Intanto vi segnalo questo sito fantastico per le cialde compatibili per il caffè.

Io prendo quelle per la Nespresso…ci sono sia quelle compatibili che quelle originali.

Spedizione 24/48 h gratuita e quando ti iscrivi per ordinare ti regalano 5€ di buono sconto.

Caffe.com

Le fontane più particolari al mondo

Ecco alcune delle fontane più particolari al mondo (ho messo quelle che più mi piacerebbe vedere).Voi ne conoscete altre altrettanto affascinanti?

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Swarovski Fountain, Austria 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Bellagio Fountains, Las Vegas, Nevada 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Trevi Fountain | Rome, Italia 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Archibald Fountain, Sydney 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

People’s Friendship Fountain, Mosca 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Disney’s Fountain of Nations, Epcot 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Vaillancourt Fountain, Armand Vaillancourt 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Magic Fountain, Montjuic, Barcellona 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Gardens of Versailles, Versailles, Francia 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

Floating Fountains, Osaka, Giappone 

Uno spettacolo di fontana: ecco le più belle del mondo

71 Fountain, Ohio 

Antica Focacceria S. Francesco

Oggi per caso (oddio che fameeeeeeeeeeee) ho scoperto questo posto delizioso (per caso ovvero sul sito della Feltrinelli).

Questo ristorantino si trova sia a Palermo che a Milano che a Roma (addirittura anche in aereoporto).

Mi sento solo che male ad illustrarvi alcuni dei loro appetitosi piatti 

  • ARANCINA

    Una grande polpetta di riso, impanata e fritta; ha un tenero cuore di ragù e piselli oppure di prosciutto e mozzarella.

  • PANELLE

    Sottili frittelle salate di farina di ceci, che normalmente si spruzzano di limone fresco e si mangiano insieme a del buon pane siciliano

  • SFINCIUNI

    Una morbida pizza in teglia, tipicamente palermitana, condita una salsa ripassata in padella, a base di pomodoro, cipolla, acciughe, origano e scaglie di Caciocavallo

  • CAZZILLI DI PATATE

    Soffici crocchette fritte a base di patate lessate ed insaporite con aglio e prezzemolo.

  • PANI CA’ MEUSA

    Una pagnotta al sesamo, farcita da pezzetti di milza di vitello soffritta; a volte viene aggiunto caciocavallo grattugiato o ricotta.

  • PASTA CH’I SARDI

    Gli elementi che compongono questo piatto lo rendono unico; alle sarde si aggiungono profumi e saporti di finocchietto selvatico, zafferano, passolina e pinoli.

  • PASTA ALLA NORMA

    Oramai famoso in tutto il mondo questo primo piatto siciliano è composto da pomodoro, melanzane fritte, ricotta salata e basilico fresco. Nel 1920, citando la meraviglia dell’opera lirica omonima di Bellini, come paragone di eccellenza, il commediografo Nino Martoglio esclamò “Questa pasta è una vera Norma!”. 

  • ANELLETTI AL FORNO

    Un formato tipico di pasta secca, appunto a forma di piccoli anelli, cotti al forno con un ragù di carne, piselli e infine del Caciocavallo grattugiato

  • SARDI A BECCAFICU

    Sarde al forno arrotolate come piccoli involtini, intorno a un morbido impasto di pan grattato, aglio tritato, prezzemolo tritato, pinoli e uva sultanina. Questo delizioso piatto della tradizione popolare prende il nome da un uccelletto selvatico che popola i campi della Sicilia, chiamato appunto Beccafico, perché goloso di fichi. 

  • CAPONATA

    Tra i migliori risultati del mangiare vegetariano per tradizione in Italia: un trionfo di sapori tra cui melanzane fritte e poi ripassate in padella con sedano, cipolla, olive e capperi in una salsa di pomodoro lievemente agrodolce

  • CANNOLO

    Dolce cialda biscottata, arrotolata in forma cilindrica, ripiena di crema di ricotta, zucchero cioccolato fondente a scaglie e canditi. Molte storie e leggende intorno a questo dolce tipico siciliano, tra tradizioni pasticcere arabe e antichi conventi cristiani, la memoria di ricette così speciali, tramandate sino ai nostri giorni.

  • CASSATA

    Torta tipica della tradizione preparata con crema di ricotta, pan di spagna, pasta di mandorle e frutta candita

  • INVOLTINI DI MELANZANA

    Soffici involtini di melanzane, ripieni di pangrattato, prezzemolo tritato, pinoli, aglio, uva sultanina, mozzarella e Caciocavallo, cotti in forno in salsa di pomodoro

    AL PIU’ PRESTO DEVO PROVARE QUESTE SPECIALITA’…Una tradizione che vive dal 1834.

    Dove?

    Palermo

    Roma

     

    Milano

    • Via San Paolo 15
      02 875 411

      * Convenzionato con il parcheggio di:
      Milano MEDA – piazza Meda 2/a Milano

    • Via Piero della Francesca 56
      02 3360 9608

      * Convenzionato con il parcheggio di:
      Garage Generale di Italiana Garage – presso l’Ospedale Vittore Buzzi – Milano

    • Via Panfilo Castaldi 37
      02 2951 9639

      * Convenzionato con il parcheggio di:
      Milano MELZO – UNES – via Melzo 23, Milano

Foto libere nei musei statali

Sapevate che da giugno 2014 finalmente si possono fare le foto nei musei statali italiani?

Io,devo essere sincera,le ho sempre fatte in tutto il mondo.Con o senza autorizzazione.Sempre senza flash ovviamente ma amo riguardarmele quando sono a casa e contemplarle nei momenti di nostalgia.

Foto libere nei musei statali

DECRETO LEGGE 31 maggio 2014 (83/2014)
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 125 31/05/2014
Entrata in vigore del provvedimento: 01/06/2014

Art. 12 – Misure urgenti per la semplificazione in materia di beni culturali

Comma 3

“Sono
libere, al fine dell’esecuzione dei dovuti controlli, le seguenti
attività, purché attuate senza scopo di lucro, neanche indiretto, per
finalità di studio, ricerca, libera manifestazione del pensiero o
espressione creativa, promozione della conoscenza del patrimonio
culturale:

1) la riproduzione di beni culturali attuata con
modalità che non comportino alcun contatto fisico con il bene, né
l’esposizione dello stesso a sorgenti luminose, né l’uso di stativi o
treppiedi;
2) la divulgazione con qualsiasi mezzo delle immagini di
beni culturali, legittimamente acquisite, in modo da non poter essere
ulteriormente riprodotte dall’utente se non, eventualmente, a bassa
risoluzione digitale”.

La Piramide Cestia

La Piramide di Caio Cestio (l’unico monumento superstite di una serie presente a Roma nel I sec. a.C.) per anni ha significato per me UNIVERSITA’ aka ANSIA.

Quando ho smesso di frequentare l’università di Roma 3 ho cominciato ad interessarmi di questa poco appariscente  perla dell’edilizia funeraria (molto in voga dopo la conquista dell’egitto nel 31 a.C.).

Caio Cestio, uomo politico romano, membro del collegio sacerdotale degli epuloni, dispose nel testamento che la costruzione del proprio sepolcro, in forma di piramide, avvenisse in 330 giorni (ricatti su ricatti,che uomo!) La tomba fu innalzata lungo la Via Ostiense, nel periodo tra il 18 e il 12 a.C., cioè tra l’anno di promulgazione della legge contro l’ostentazione del lusso che impedì di porre all’interno della cella alcuni pregiati arazzi, e quello della morte di Agrippa, genero di Augusto, menzionato tra i beneficiari del testamento.

La piramide fu successivamente inglobata nella cinta muraria costruita tra il 272 e il 279 su iniziativa dell’imperatore Aureliano.

La struttura, alta 36,40 metri con una base quadrata di 29,50 m di lato, è composta da un nucleo di opera cementizia con cortina di mattoni; il rivestimento esterno è costituito da lastre in marmo lunense.

La camera sepolcrale, di circa 23 mq, con volta a botte, fu murata al momento della sepoltura, secondo l’usanza egiziana. Al medioevo risale probabilmente la prima violazione della tomba, attraverso un cunicolo scavato sul lato settentrionale, che ha determinato la perdita dell’urna cineraria e di porzioni notevoli della decorazione.

Le pareti sono decorate a fresco secondo uno schema decorativo a pannelli, all’interno dei quali  si distinguono, su fondo chiaro, figure di ninfe alternate a vasi lustrali. In alto, agli angoli della volta, quattro Vittorie alate recano nelle mani una corona e un nastro; al centro in origine doveva essere una scena di apoteosi raffigurante il titolare del sepolcro.

Il restauro della cella sepolcrale è stato realizzato dalla Soprintendenza Archeologica di Roma nel 2001…mentre da poco è stato fatto quello esterno ed ora la piramide è tornata splendida splendente!

Se volete visitarla (cosa che anche io devo ancora fare, ahimè!) qui di seguito le informazioni :

Orario: 

2° e 4° sabato del mese per i singoli alle ore 11.00, per i gruppi alle ore 10.00 e 12.00.

E’ possibile visitare il monumento solo con visita didattica o accompagnata (info e prenotazioni Pierreci 06 39967700).

Si segnala, inoltre, che la SSBAR il 1° e il 3° sabato di ogni mese, alle ore 10.30, consente, dopo la visita al Museo della Via Ostiense, l’accesso alla Piramide. E’ indispensabile la prenotazione al n. 06 5743193 (Museo della Via Ostiense-SSBAR)

Biglietti: 

Prenotazione ingresso obbligatoria. Singoli Euro 1.50; gruppi Euro 30.00 (coopculture) 06 39967700.

Prenotazioni: 

Informazioni e prenotazioni 06 39967700 (Coopculture).

Per le visite del 1° e 3° sabato di ogni mese 06 5743193 (Museo della Via Ostiense-SSBAR)

Già che ci siete non perdetevi una visitina al cimitero acattolico di Roma!

Emirates Air Line – Royal Docks

Ciao a tutti!

Ho avuto purtroppo dei problemi ad accedere sul blog…ma eccomi di ritorno!

Ho tante cose da scrivervi!

Volevo assolutamente condividere con voi innanzitutto la mia esperienza sulla funicolare di Londra.Che dire…uno spettacolo a dir poco UNICO.

Il “viaggio” dura sui 10/15 minuti (alla fine una voce vi ringrazierà per aver viaggiato con Emirates,come sui veri voli aerei :D).Il costo è di 4,50 pound ma se avete il daily ticket per i mezzi pagherete solo 3,40!Se invece volete vivere un esperienza veramente romantica (e fidatevi che trovarsi lassù con il sottofondo musicale offerto LO E’)con soli 8,40 pound potrete prenotare la cabina solo per voi!

(I prezzi si riferiscono al viaggio di sola andata).

Io l’ho presa da North Greenwich per poi arrivare a Royal Victoria DLR (entrambi facilissime da raggiungere con la tube/DLR).

Cosa aspettate a fare la vostra proposta di matrimonio con view sulla city? 😀

Enjoy!