Da Nonna Betta al Ghetto – Boccione il forno KOSHER

Pur essendo Romana,soltanto oggi sono andata per la prima volta a mangiare al Ghetto di Roma.

Il consiglio di amici più TripAdvisor mi hanno portato ad andare da NONNA BETTA.

QUESTO il sito ufficiale.

Il ristorante mi ha piacevolmente sorpreso!

Il servizio è stato molto cortese e veloce nonostante il locale fosse molto pieno!

(mai visto tra l’altro un ristorante così pieno di mercoledì a pranzo)

Il cibo …non credo di aver mai mangiato così bene a Roma!

Antipasto – I pezzetti – ovvero fritti di Verdure,leggeri e molto delicati.

Io ho preso dei tagliolini buonissimi con i carciofi

Mentre mia madre ha scelto un insolita cacio e pepe con la cicoria

Prezzi molto onesti.Pensavo che avrei speso un capitale ed invece PROPRIO NO.

Una bella scoperta.Ci tornerò sicuramente!

Dopo il ristorante un passaggio obbligatorio è BOCCIONE , IL FORNO KOSHER DEL GHETTO.

Qui abbiamo preso 2 euro di bruscolini caldi appena sfornati

Ed una fetta di torta SUPERLATIVA di ricotta e visciole

Una vera delizia!

Annunci

St.mary – Cracovia

Della serie….POSTI CHE SPERO DI VEDERE UN GIORNO 

QUESTO il sito ufficiale della chiesa per informazioni.

La Chiesa di Santa Maria (in polacco Kościół Mariacki) è una imponente chiesa che sorge nel centro storico di Cracovia seconda solo allaCattedrale del Wawel. È Basilica minore dal 1962.

La chiesa sorge nel centro storico di Cracovia, (Stare Miasto, o “città vecchia”), sul lato orientale della piazza centrale della città, Rynek Główny (“Piazza Grande”). La prima chiesa che venne costruita in questo luogo venne eretta nel secondo decennio del XIII secolo con il presbiteriorivolto ad est, come era normale per l’epoca. Dopo la sua distruzione durante le invasioni deiTartari, la chiesa attuale venne edificata in stile gotico sulle fondamenta della precedente, divergente dal nuovo orientamento della piazza, rispetto alla quale si presenta obliqua.

Nel corso dei secoli alla chiesa sono state apportate continue modifiche, che hanno lasciato l’impronta di vari stili, fino all’Art Nouveau, coesistendo armoniosamente nell’intero edificio.

La chiesa è un edificio imponente, lungo quasi 100 metri e largo circa 40. Presenta tre diversi ingressi: quello principale (utilizzato oggi per i fedeli) e due laterali (utilizzati per i turisti). La caratteristica più evidente della sua alta facciata sono le due alte torri che la fiancheggiano, asimmetriche e con diverse altezze.

La tradizione fornisce la motivazione della diversa struttura delle due torri. Si narra infatti che l’incarico per costruire le torri sia stato affidato a due fratelli, ognuno dei quali avrebbe dovuto erigerne una. Sorse presto tra loro una accesa rivalità e ognuno tentò di costruire una torre più alta di quella dell’altro. Il fratello minore però uscì sconfitto dalla competizione; accecato dall’invidia, colpì a morte il maggiore con un coltello e, in preda al rimorso, utilizzò la medesima arma per togliersi la vita con un fendente al cuore. A ricordo di questi eventi, il coltello è conservato ed esposto all’ingresso orientale del Palazzo del tessuto.

La torre più bassa misura 69 metri di altezza e, sormontata da una cupola rinascimentale, funge da torre campanaria. La torre più alta, di circa 81 metri, appartiene al Comune ed in passato fungeva da torre di guardia. Oggi, ad ogni ora, vi viene effettuato l’Hejnał. La sommità della torre è arricchita con una guglia e alcune torrette. Nel 1666 vi fu posta sulla cima una corona d’oro di 350 kg, di 2,40 metri di diametro.

L’interno presenta tre navate e numerose cappelle laterali per i fedeli.

L’altare maggiore è un polittico composto da cinque pannelli in legno scolpiti, dipinti e dorati nei quali vengono rappresentati la Dormizione della Vergine ed episodi della vita di Cristo e della Vergine. Costruito da Veit Stoss e consacrato nel 1489 è alto 13 metri e largo 11, è nel suo genere tra le opere medioevali di maggiori dimensioni rispetto alle altre.

By Wiki

Spero proprio che anche questo mio sogno architettonico si avveri!

Berlin 2014 part 2

Un posto dove adoro mangiare/bere a Berlino è il BERLINER REPUBLIK.

Si trova sulla Sprea ed è un posto dove si mangiano buonissimi piatti tipici e dove c’è la borsa della birra.

WTF?

All’interno del locale ci sono vari monitor con le varie quotazioni delle birre nel corso della serata : più una birra è richiesta più sale il prezzo.Cool!

I prezzi non sono per niente alti,il cibo splendido e l’ambiente cordiale ed accogliente.

La quotazione in borsa

SUPER CONSIGLIATO!

In the middle

(adoro le panoramiche sull’iphone)

Questa era l’east side gallery 😉

Berlin 2014

10 giorni fa sono partita per Berlino.Si,per l’ennesima volta!La quarta se vogliamo essere precisi!

Il mio ragazzo non c’era mai stato nonostante la sua spiccata indole culturalmente storica e così ho pensato di andarci con lui in occasione del nostro secondo anniversario d’ammmore!

Ho considerato Berlino la mia città preferita per anni ed ora ho cambiato idea.Per carità l’adoro ma ho dovuto rivedere i miei canoni di valutazione….tanto per cominciare quando la promossi tale ero attaccata disperatamente ad un ricordo e per questo mi sembrava chissà cosa..altro che Parigi!

Seconda cosa…la prima volta che la visitai non ero ancora mai stata a Londra e quindi tutta quella rete sotterranea e non di metro/treni mi era sembrata il top dell’efficienza.Dopo Londra assolutamente NO.

Poi sarà anche che ora ci vedo molto poco o che sono appunto abituata a città più “LUMINOSE”…non mi è piaciuto affatto quel buio pesto…Merkel stai risparmiando sulle luci o cosa?!?

Ecco secondo me le cose da fare assolutamente a Berlino:

-Alexanderplatz e la torre della tv (molto carini anche i dintorni dove troverete la chiesa di S.Nicola con il suo graziosissimo quartiere,il municipio rosso…)

-Unter den Linden fino alla Porta di Branderburgo (lungo la via troverete fantastici palazzi barocchi e neoclassici) passando per il Berliner Dom!Imponente.

-Un capitolo a parte andrebbe aperto solo per gli splendidi musei…questa volta non sono andata proprio perchè li conosco a memoria ma ve li consiglio assolutamente!

-Visita al reichstag con la sua bellissima cupola da visitare gratuitamente (prenotate però la visita online!)

-checkpoint charlie…il vecchio confine russo/americano…da li poi io ho effettuato un percorso per ritrovare i vecchi punti “del terrore” ovvero ex sede delle ss,gestapo,fuhrerbunker,ex sede della propaganda.

-i negozi e la stranissima chiesa intorno all’europa center (zona dello zoo)

-Giretto sul 100 o sul 200 (sono due bus pubblici che passano per Alexanderplatz e vi faranno vedere i posti più “famosi” della città…dal piano di sopra!Eh si,anche qui come a Londra ci sono i doubledecker 🙂

-East side gallery…. il pezzo di muro più lungo rimasto…ed il più colorato!

-Potsdamer platz!La mia piazza preferita!Ricostruita totalmente dopo la fine della guerra fredda…un esplosione di modernità grazie ad alcuni dei più famosi architetti al mondo!

Riguardo il cibo….

-In Germania come in Olanda ma anche in Uk….qui c’è Wok to Walk che io adoro ❤

Poi ho mangiato il kebab più famoso di Berlino…delizioso!

Si vede dalla fila!

E poi i famosissimi Curry wurst Berlinesi…sbav!Il popolare CURRY 36 ha botteghini un po’ ovunque

Le immancabili dunkin donuts che una volta mangiavo anche a Roma 😦

My pics 🙂

Quanto sono 80’s ??!hahahha

Adoro i tubi colorati di Berlino ❤

Foto scattata dalla torre della tv….cercate di andare verso le 10,orario di apertura,per evitare code kilometriche!Una volta sopra potete anche accomodarvi nel ristorante/bar girevole!Provato 2 volte,discreto.

Questa fermata della metro (dice la leggenda) è stata realizzata interamente con i marmi presi dal bunker di Hitler.

Al prossimo post per altre foto!;)

Dolcezze in London city

L’hotel più dolce del mondo? Mangiato fino all’ultimo morso. E’ successo a Londra. Come nella favola di Hansel e Gretel, gli invitati al lancio da parte di un brand di dolci di una nuova linea di zucchero, la Tate & Lyle Sugars, hanno potuto «gustare» un hotel pop-up, aperto solo per un giorno e il cui punto forte erano complementi d’arredo e soprammobili fatti proprio di dolci. 

Tra le prelibatezze: una vasca da bagno ripiena di pop corn glassati allo zucchero e tappeti di meringhe multicolor cucite a mano sulla  stoffa.  Il Kake Hotel, 3 piani e otto stanze golosssime  è stato realizzato da 14 chef che hanno utilizzato 600 chili di zucchero alternando 2.000 macaron, 1.081 meringhe e tappeti di crema a zucchero filato, cioccolato e altri dolci.

Sono state necessarie 9 mila ore di lavoro per costruirlo e molte altre per arredarlo. Che dire? L’albergo è durato il tempo di una nottenotte. Gli ospiti non si sono fatti pregare e hanno «saccheggiato» gli arredi e le altre parti come le finestre e le pareti ricoperte da  2000 amaretti e 20 chili di marshmallow.

Anche i davanzali sono mangiabili e costruiti interamente di caramello.  I comodini? Pieni di libri… anche quelli tutti da mangiare, ovviamente. Le stanze? A tema. Tra le chicche quella ispirata a I pirati dei Caraibi, con il forziere di cioccolato pieno zeppo di dolci «preziosissimi».

Da http://www.vanityfair.it

Cattedrale di Westminster

Quando vivevo stabilmente a Londra ed avevo voglia di andare a messa in una chiesta “come le nostre” mi dirigevo qua,neLa cattedrale di Westminster, la chiesa madre dell’arcidiocesi di Westminster. La cattedrale cattolica è dedicata al Preziosissimo Sangue di Nostro Signore Gesù Cristo (Most Precious Blood of Our Lord Jesus Christ) ed è ubicata in Ashley place, poco distante dalla  stazione di Victoria.

Cattedrale di Westminster

L’edificio è in stile neoromanico, con numerosi richiami all’arte bizantina. L’esterno si caratterizza per le cupole orientaleggianti, per il colore rosso dei mattoni e soprattutto per l’alta torre campanaria intitolata a sant’Edoardo, che raggiunge gli 87 metri d’altezza.

L’interno, decorato con marmi e mosaici (raffiguranti scene del Vecchio e Nuovo Testamento), ha pianta a croce latina, dotato di tre navate,transetto e diverse cappelle. La navata centrale, con i suoi 52 metri, è la prima per larghezza in Inghilterra. Dall’arco orientale della navata pende un grandioso crocifisso ligneo alto circa 10 metri.

Nel presbiterio (Sanctuary), l’altare maggiore è sormontato da un baldacchino marmoreo; dietro l’altare si trova la cattedra episcopale, copia del trono papale della basilica di San Giovanni Laterano in Roma. Dall’abside si accede alla cripta, dedicata a San Pietro, dove si trovano diverse reliquie e tombe di arcivescovi. A destra del presbiterio si apre la cappella dedicata alla Vergine Maria (Lady Chapel), destinata alle celebrazioni feriali; tra le altre opere, vi si trova un relievo bronzeo raffigurante santa Teresa.

A sinistra del presbiterio si trova invece la cappella del Santissimo Sacramento (Blessed Sacrament Chapel).

Nel braccio sinistro del transetto, la cappella di San Tommaso di Canterbury (Chapel of St Thomas of Canterbury) ospita la tomba del cardinale arcivescovo Vaughan, fondatore della cattedrale.

Nel Battisfero (Baptistry), prima cappella della navata laterale destra, si trova il fonte battesimale, copia di quello custodito nella Basilica di San Vitale a Ravenna.

Notevoli opere d’arte sono anche i rilievi della Via Crucis, opera di Eric Gill e il pulpito in marmo bianco in stile cosmatesco.