Prague

Nel tempo libero ho preparato questo itinerario per la città di Praga per chi volesse 😉

Il Castello di Praga
Chi ha letto (anche poco) Kafka, riconoscerà nel Castello l’inquietante presenza di quasi tutti i romanzi del grande scrittore di Praga. Da sempre simbolo di potere, il complesso del Castello troneggia su Praga minaccioso e inaccessibile. Lunghe strade ripide, tra cui la splendida e faticosa Vie Nerudova, conducono alla scoperta di questo luogo in cui da secoli si confondono storia e leggenda, sacro e profano. La Cattedrale di San Vito, simbolo della religiosità ceca, convive con il Vicolo D’Oro, dove gli alchimisti voluti da Rodolfo II cercavano l’elisir di lunga vita e la formula magica per trasformare i metalli in oro.

Quando: dal 1 aprile 31 ottobre dalle 5 del mattino fino a mezzanotte. La visita ai giardini è gratuita.
Quanto: 350 corone, circa 12 euro.
Come: Tram 22 e poi a piedi oppure la Via Nerudova

Malà Strana
Malà Strana in ceco significa “Parte Piccola” ed è il nome con cui dal trecento si identifica questa parte di Praga rispetto a Nove Mesto, la Città Nuova. Distrutta nel 1541 da un grande incendio, fu ricostruita da artisti e architetti italiani, che le diedero l’attuale aspetto barocco e rinascimentale. Ancora intatta, Mala Strana è un piccolo gioiello con piazzette, splendidi palazzi e angoli romantici. La Chiesa di San Nicola (a Praga ce ne sono due) divide Mala Strana in due e su tutto il quartiere troneggia la sagoma imponente del Castello, a cui si arriva con splendide (e ripide) salite panoramiche.

La Città Vecchia di Praga
Dopo Mala Strana, l’altro grande quartiere storico di Praga è Stare Mesto, che in ceco significa Città Vecchia. Il centro del quartiere è la Piazza della Città Vecchia, da sempre luogo degli avvenimenti più importanti di Praga: dalle incoronazioni dei sovrani alle esecuzioni dei condannati. Questa storia travagliata si ritrova soprattutto nella sovrapposizione di stili architettonici che si inseguono nella piazza, anche se l’aspetto è sempre equilibrato. Oggi l’attrazione principale è l’orologio astronomico del Municipio che ogni ora dà “vita” alle statuette dei personaggi religiosi e civili che si muovono e inseguono in un antico rituale, anche se il vero monumento da non perdere sono le guglie gotiche della Chiesa di Týn.

La Cattedrale di San Vito a Praga
Tra le mura del Castello di Praga si erge questa splendida cattedrale gotica, una delle più grandi d’Europa: è lunga 124 metri, larga 60 e alta 33 metri. Chi arriva al Castello dopo aver visitato Mala Strana, la prima cosa che noterà è il contrasto tra il barocco del quartiere basso e le tipiche guglie appuntite della Cattedrale. L’interno è splendido ed uniforme, nonostante la costruzione si sia susseguita per sei secoli. Da visitare la Cappella di San Venceslao, la cripta sotterranea con i sepolcri dei re boemi e il tesoro con i gioielli per l’incoronazione dei sovrani.
Quando: da marzo a ottobre, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 17. Domenica dalle 12 alle 17. Da novembre a febbraio dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 16. Domenica dalle 12 alle 16.
Quanto: biglietto cumulativo per tutti i monumenti del Castello. 350 corone, circa 12 euro.

Lo josefov, il ghetto ebraico di Praga
Le tombe disordinate del cimitero ebraico sono forse lo spettacolo più emozionante di tutta Praga. Raccontano la storia dello Josefov, il ghetto ebraico di Praga, a pochi passi dalla Piazza della Città Vecchia, in cui gli ebrei della città hanno vissuto dal 900 al 1708. Costretti a vivere in pochi chilometri quadrati, gli ebrei hanno imparato a sfruttare ogni minimo spazio, creando una specie di labirinto in cui case private, negozi e laboratori si confondevano. Qui sono vissuti il rabbino Low e il suo leggendario Golem, Franz Kafka e 77.279 ebrei cechi e moldavi massacrati dai nazisti. Non perdete il ghetto ebraico, anche se avete poco tempo per visitare Praga.

La Casa Danzante di Praga
Una delle cose da vedere assolutamente durante una visita a Praga è la Casa danzante, uno straordinario edifico dedicato alla grande coppia del ballo formata da Ginger Rogers e Fred Astaire. Fred e Ginger, infatti, è uno dei nomi che sono stati dati a questo palazzo sulla riva della Moldava costruito dal 1992 al 1996. Progettato e realizzato dall’architetto F.O Gerhy (lo stesso del Museo Guggenheim di Bilbao) è formato da due palazzi che sembrano una coppia di danzatori. Uno dei palazzi si protende verso l’altro, che immobile aspetta l’abbraccio dell’altro. All’ultimo piano c’è un ristorante francese da cui si gode una splendida vista sulla Moldava. Oltre all’architettura, quello che colpisce è la perfetta integrazione di questo modernissimo edificio con i palazzi circostanti, quasi tutti dell’ottocento.

Monumento culturale nazionale a Vysehrad
V Pevnosti 159 / 5b, Praga 128 00, Repubblica Ceca (Praha 4)
E’ un angolo tranquillo, pieno di verde, con un panorama bellissimo della valle della Moldava e di Praga. Si raggiunge agevolmente dalla metropolitana di Vysehrad (linea B, gialla). Primo insediamento di Praga , si sviluppa su una collina ( stupendo panorama ) come fortezza a bastioni. Da vedere la basilica di Pietro e Paolo ed il cimitero monumentale.

Ponte Carlo (Karluv Most)
Between Mala Strana and the Old Town, Praga 11000, Repubblica Ceca (Praha 1)
Il ponte Carlo (in ceco Karlův most) è uno storico ponte in pietra sulla Moldava, situato nella città di Praga, e collega la Città Vecchia al quartiere di Malá Strana; è forse il più famoso monumento della capitale della Repubblica Ceca. Misura 515 metri di lunghezza e 10 metri di larghezza. Il ponte è una delle più grandi attrazioni turistiche della città, ed è molto frequentato dagli artisti di strada, musicisti e venditori di souvenir durante tutto l’anno.

Collina di Petrin
Ujezd St, Praga, Repubblica Ceca (Praha 1)

La collina di Petrin è un parco vivibilissimo. Un punto di osservazione incredibile sulla magia praghese. La piccola torre Eiffel e i suoi circa 300 gradini permettono al visitatore di affacciarsi su una delle viste più suggestive della città. Consigliata vivamente anche una visita, magari con i più piccoli, al Labirinto degli specchi.

Church of the Virgin Mary before Tyn
La Chiesa di Santa Maria di Týn (Kostel Matky Boží před Týnem), detta anche semplicemente Týnský Chrám, è una chiesa imponente di Praga che domina la piazza della Città Vecchia ed è il secondo santuario praghese dopo la Cattedrale di San Vito.
La chiesa venne iniziata a costruire nel 1365, in stile gotico, e fu terminata nel 1511 con la finalizzazione della torre sud. Ben presto divenne il centro del riformismo boemo. Infatti già dai primi del Quattrocento, e fino al 1620, fu la principale chiesa hussita della città. Il re Giorgio di Podebrady, che si recava in questa chiesa per ricevere la comunione utraquista, fece collocare sulla facciata un calice d’oro. Il calice, successivamente alla battaglia della Montagna Bianca, venne fuso ed usato per la statua della Madonna che oggi orna la chiesa. All’interno della chiesa si trova, inoltre, la tomba dell’astronomo di Rodolfo II, Tycho Brahe. Nonostante la chiesa costituisca uno dei principali punti di riferimento di Starè Mèsto, è pressoché impossibile apprezzarla se non da una considerevole distanza, perché è racchiusa dalle case circostanti, alcune delle quali sono state costruite proprio a ridosso delle mura. La torre nord è più snella della torre sud, dove ci sono cinque scudi sopra la grande finestra: lo scudo della Città Vecchia, dei Pernstejn, di Vadislao II, di Svamberg e della Croazia. L’interno, un tempo in stile gotico, venne restaurato in stile barocco dopo l’incendio del 1679. Ora, l’alta e stretta navata è di un bianco abbagliante e, al livello del suolo, è disseminata di pale d’altare barocche in nero e oro. Il portale nord della chiesa è ornato con scene della passione di Cristo, opera del laboratorio di Peter Parler; questo famoso portone fu per anni l’entrata principale alla chiesa.

National Gallery (Národní Galerie)
La Národní galerie v Praze (“Galleria nazionale di Praga”) è il principale museo d’arte di Praga e della Repubblica Ceca in generale.
Tra gli artisti rappresentati figurano opere di Piero della Francesca, Pietro Lorenzetti, Lorenzo Monaco, Tintoretto, Jacopo Bassano, Agnolo Bronzino, Lucas Cranach il Vecchio, Lucas Cranach il Giovane, Albrecht Dürer, Hans Holbein, Peter Brueghel il Vecchio, Rubens, Rembrandt, Jan Gossaert, Simon Vouet, Sébastien Bourdon, Charles LeBrun, El Greco, Goya, Canaletto, Delacroix, Corot, Courbet. Tra gli impressionisti e postimpressionisti Monet, Manet, Renoir, Sisley, Pissarro, Seurat, Van Gogh, Toulouse-Lautrec, Henri Rousseau il Doganiere, Utrillo, Degas, Dufy, Cézanne, Gauguin. Tra gli scultori Auguste Rodin. Tra gli artisti del XX secolo Picasso, Braque, Oskar Kokoschka, Gustav Klimt, Egon Schiele, Max Ernst, Edvard Munch.

DOX – Center of Contemporary Art
The Contemporary Arts Center (CAC)—one of the first contemporary art institutions in the United States—is a pioneering contemporary art museum located in Cincinnati, Ohio. The CAC is a non-collecting museum that focuses on new developments in painting, sculpture, photography, architecture, performance art and new media. Remaining committed to programming that reflects “the art of the last five minutes,”[1] the CAC has displayed the works of many now-famous artists early in their careers, including Andy Warhol.

Zizkov Televison Tower
Mahlerovy sady 2699/1 | Prague 3, Praga 13000, Repubblica Ceca (Praha 3)

http://www.towerpark.cz/en

Cena fantastica con panorama mozzafiato

Attività
http://www.trapprague.com/index.php/en/
Senovazna 8, Praga 11000, Repubblica Ceca

Un piccolo appartamento nelle vicinanze della Municipal House diviene il luogo in cui verrete rinchiusi dal KGB, costretti a trovare le chiavi per avvicinarvi alla salvezza con semplici passaggi logici. Non é richiesta fisicità, conoscenza della lingua o altro: solo la voglia di giocare e non arrendervi; gli indizi sono davanti a voi! L’ideatore… un genio!

http://www.skydivearena.cz/cz/uvod/
Tupolevova 736, 199 00 Praha 9, Repubblica Ceca
You have found unusual and adrenaline sport that is safe for everyone.
Come and try the feeling of free fall in the safety of a wind tunnel, from a safe height and under the continuous supervision of professional instructors.
Skydive arena is the only wind tunnel with circular glass flight chamber in the world. It has a diameter of 4.3m and an overall height of an unbelievable 14 m. You can feel what it’s like when the wind blows at a speed of over 270 km/h. This activity (sport) is designed for all physically healthy people aged 5 to 100 years. No previous experience or special physical training needed. After a short briefing, you will learn to control your body in free fall even during your first entrance into the tunnel.
After a short briefing, everyone learns to control his body in free fall, during the first few entrances to the tunnel.
Flying at Skydive arena is divided into two sections – Funflight and Sportflight.