Booking – airbnb

Oggi vorrei proprio spezzare una lancia a favore di booking.com

Devo dire che quando mi trovo bene con un servizio è molto raro che io cambi,non mi fido molto.Però erano anni che volevo provare il sito airbnb e così l’ho provato per una mini fuga d’ammmore  (aka cena alcoolica ad un ora da casa).

Beh l’ho trovato ASSURDO.

WHY?

-oh che figo non mi devo iscrivere!Certo poi però 46 ore per confermare la mia email,inviare una foto BEN VISIBILE (ovvero 5 tentativi prima che mi accettassero la foto)di un documento di identità al proprietario della “casa/camera”e confermare la mia identità tramite un profilo online tipo facebook….mmmmmmh.

-Però figa questa cosa che il proprietario deve valutare la tua richiesta (WTF?il sito dice che in massimo 12h ore il proprietario deve valutare la richiesta….si come no!dopo 24h ancora nessuna risposta)….poi sinceramente la cosa che uno deve valutare la richiesta di una persona che lo paga per dormire…bah!

-Ok il tizio non mi risponde e decido di annullare la richiesta…oltre alla perdita di tempo,l’ansia di non avere un posto dove dormire…i soldi erano stati trattenuti all’inizio della richiesta ed ora devo aspettare GIORNI INDEFINITI per riaverli indietro -_-

-Entro su booking e trovo in 5 minuti una camera molto più economica,prenotabile all’istante e per la quale non devo pregare nessuno per averla.

LA STORIA

Airbnb è un portale online che mette in contatto persone che cercano un alloggio a breve termine con altre persone che hanno uno spazio extra da affittare, generalmente privati. Il sito è stato aperto nell’ottobre del 2007 da Brian Chesky, Joe Gebbia e Nathan Blecharczyk. A giugno del 2012 conta oltre 26.000 città in 192 paesi e ha festeggiato 10 milioni di notti prenotate in tutto il mondo. Gli annunci includono stanze private, interi appartamenti, castelli, ville, barche, baite, case sugli alberi, igloo, isole private e qualsiasi altro alloggio.

CHI ABBANDONA LA STRADA VECCHIA PER QUELLA NUOVA……….

sa quel che lascia non sa quel che trova!

😉