Torta Sacher

Sono diabetica indi per cui non potrei/dovrei mangiare dolci ma ieri sera ho fatto un eccezione…

Mia sorella va pazza per la torta Sacher ed allora,in uno slancio di generosità,ho deciso di ordinargli quella originale dal sito dell’Hotel Sacher.

Here

Costa abbastanza sopratutto il trasporto fino a Roma…però per una volta si può fare!

La storia della “torta Sacher” è racchiusa in una lettera, che viene custodita nell’Hotel Sacher. Datata maggio 1888, si scoprì in questa lettera che già allora la torta Sacher aveva 56 anni, così che la sua nascita risale al 1832.
Franz Sacher, capostipite della omonima famiglia di albergatori, aveva 16 anni quando era a servizio del principe Metternich come apprendista cuoco. Il principe amava stupire i suoi ospiti con piatti sempre nuovi. Per un pranzo molto importante ordinò di inventare una torta nuova e fu Franz, che sostituiva il cuoco malato ad ideare questo dolce con i pochi ingredienti che aveva a disposizione.
Il trionfo di questa torta di cioccolato fu cosi’ grande che e ben presto divenne famosissima in tutta l’ Austria.
Ma con la popolarità ne nacque una disputa legale che durò ben sette anni: la guerra dei dolci sette anni.
La contesa verteva su chi aveva il diritto di ornare questa torta col nome Sacher, l’ albergo Sacher o il pasticciere Demel che aveva comprato da Eduard Sacher, nipote di Franz, il privilegio di mettere nella sua torta di cioccolato, leggermente modificata da quella di Franz, il sigillo
Originale Sacher torte. Dopo ben sette anni l’albergo Sacher vinse la causa. Questa torta la cui ricetta originale è segreta, viene sempre servita nell’albergo Sacher di Vienna.

La torta Sacher viene servita a una temperatura di 16-18 gradi, tradizionalmente accompagnata con panna montata non dolce e una tazza di caffè o tè (molti viennesi, infatti, considerano la Sacher-Torte troppo “secca” per essere mangiata senza).

Sbav ❤

Annunci