We LOVE French fries

Per i grandi amanti,come me,delle patatine fritte…a Bruges il museo,’Frietmuseum’.

Il ‘Frietmuseum’, il museo delle patate fritte, situato a Bruges, nella parte fiamminga del Belgio, fa parte dei dieci “musei alimentari più strani al mondo”, segnalati dalla guida “Best in Travel 2013” della Lonely Planet. Lo riporta l’agenzia stampa Belga.

La guida stabilisce che tutti quelli che dubitano dell’origine belga delle ‘frites’ troveranno a Bruges le loro risposte, anche se le patate fritte nei paesi anglosassoni sono meglio conosciute come ‘French Fries’. Lo scorso anno il museo ha registrato 70 mila visitatori, un terzo dei quali vi ha anche mangiato.

Beh un giretto a Bruges me lo farei molto volentieri…

Ostelli a Londra

Questi sono alcuni degli ostelli che ho girato a Londra!

Premetto che prima d’ora non ero MAI stata in un ostello.

Fonti : booking.com

Smart Hyde Park Inn

Ottima posizione nelle vicinanze di Notting Hill,la fermata Bayswater della metro a pochi passi e l’entrata del meraviglio Hyde Park a 150 mt.

L’edificio è molto grande ed ospita molte persone (che ritroverete la sera nella sala hobby/cucina).

Non è facile dormire in dormitori da 25 persone perchè ovviamente ognuno ha i suoi orari…

Wi-fi assente,postazione pc a pagamento,custodia bagagli a pagamento.

Cucina a disposizione.

Central Hostel

In questo ci sono stata addirittura due volte.Le camere sono più piccole,da sei persone e quindi il posto è più intimo e raccolto.Bagni sempre puliti,custodia oggetti GRATUITA così come il wi-fi.

E’ decisamente il mio preferito 😉

La posizione è la stessa di quello precedente,distano pochi metri l’uno dall’altro.

Quindi ottima locazione ed ottimo rapporto qualità/prezzo.

Hostel 639

Questo ostello ha una posizione decisamente diversa.Si trova vicino la stazione della metro Kensal Green (linea marrone)e si raggiunge anche con il bus da marble arch.E’ un po’ isolato rispetto agli altri MA ha un personale molto cordiale ed amichevole e sopratutto LA COLAZIONE compresa nel prezzo.Tra l’altro anche una bella colazione!

L’unica pecca per me è stata avere la doccia in camera.

Ricordiamoci che in un ostello si divide la camera con persone sconosciute e quindi non è il massimo trovarsi a fare la doccia davanti agli altri!Ovviamente non era con il vetro trasparente però un po’ di privacy almeno durante la doccia non sarebbe male 😉

Non so se tutte le stanze avessero tale opzione!

A differenza degl ialtri due ostelli questo aveva i bagni “camerateschi”,ovvero un bagno diviso in tanti scompartimenti ed anche questo lo trovo un po’ “antiprivacy”.

La mia camera era esattamente questa 🙂