My ‘Dam!

L’ultimo capodanno l’ho passato ad Amsterdam.

Non è una festa che mi entusiasma  particolarmente e proprio per questo di solito,se posso,parto per evitare di festeggiarla e passare quindi una serata “normale”.

Gli ultimi due capodanni li ho passati a Londra e vi assicuro che non c’è niente di cosi bello oltre i 10 minuti di fuochi d’artificio sulla London Eye e i rintocchi del big ben…L’anno scorso con una mia amica abbiamo scelto Amsterdam!

Partiamo dal presupposto che ci siamo ridotte ALL’ULTIMO a cercare un albergo…ragione per la quale i prezzi erano alle stelle..Fortunatamente la mia amica conosceva un ragazzo che abitava proprio nel centro della città e ci ha gentilmente ospitato lui.

Il volo come al solito con Ryanair non è costato molto ma ho trovato l’Olanda un paese molto costoso (alla faccia di chi dice che Londra è cara!).La Ryanair ti lascia ad Eindhoven e da lì devi prendere un 40 minuti di treno a quasi 15 euro solo andata.Mi sembra abbastanza diciamo…treni bellissimi e funzionali ma anche parecchio costosi (non ho apprezzato la scelta di dare i biglietti dalle macchinette self service solo pagando con la carta di credito -_-).

Comunque ora passiamo alle cose che ho visitato in quei giorni!

Oude Kerk

La Oude Kerk (“chiesa vecchia” in olandese) è la più vecchia chiesa parrocchiale di Amsterdam. Consacrata nel 1306 dal vescovo di Utrecht. Le fondamenta vennero gettate su un cumulo artificiale, ritenuto il terreno più solido dell’insediamento in questa provincia paludosa. Oggi la chiesa si trova nel cuore del quartiere a luci rosse di Amsterdam.

Il disegno originale dell’edificio era audace e la chiesa ha visto un numero di restauri eseguiti da 15 generazioni di cittadini di Amsterdam. La chiesa era in piedi da solo mezzo secolo quando vennero fatte le prime modifiche, le navate laterali vennero allungate e avvolte attorno al coro a semicerchio, per sostenere la struttura. Non molto dopo l’inizio del XV secolo alla chiesa vennero aggiunti i transetti nord e sud, creando la pianta a croce. Il lavoro su questi rinnovamenti venne completato nel 1460, anche se è probabile che l’avanzamento venne interrotto dai grandi incendi che colpirono la città nel 1421 e nel 1452.

Il tetto della Oude Kerk è la più grande volta medioevale in legno strutturale in Europa Le assi estoni risalgono al 1390 e vantano una delle migliori acustiche in Europa[senza fonte]. Nella chiesa si svolgono molti concerti, tra cui quelli dei BBC Singers e dell’Academy of St Martin in the Fields.

La chiesa venne costruita su un cimitero e occupa una superficie di 3.300 metri quadrati. I cittadini locali continuarono ad essere sepolti nel sito che confina con la chiesa fino al 1865. Ci sono 2.500 tombe nella Oude Kerk, sotto la quale sono sepolti 10.000 cittadini di Amsterdam, tra cui importanti figure olandesi come l’eroe navale Jacob van Heemskerck e il consigliere della Compagnia Olandese delle Indie OccidentaliCornelis de Graeff – reggente e sindaco di Amsterdam, Kiliaen van Rensselaer, uno dei fondatori di Nuova Amsterdam su Manhattan, nota oggi come New York.

Prima dell’Alteratie, la riforma del 1578, la Oude Kerk era principalmente cattolica. A seguito della sconfitta spagnola da parte di Guglielmo di Orange e con l’influenza calvinista, la chiesa venne adottata dai protestanti. Durante tutte le battaglie del XVI secolo la chiesa venne saccheggiata e sfigurata in diverse occasioni. Tutto ciò che venne risparmiato furono i dipinti sul soffitto, che non potevano essere raggiunti.

I locali si riunivano in chiesa per spettegolare, i venditori ambulanti vi vendevano i loro beni e i mendicanti vi cercavano rifugio. Questo comunque non veniva tollerato dai calvinisti, e i senzatetto vennero espulsi. Nel 1681 il coro venne chiuso da uno schermo di ottone. Sopra lo schermo campeggiava la scritta, “Le false pratiche gradualmente introdotte nella chiesa di Dio, sono state nuovamente eliminate nell’anno settantotto”, con riferimento alla riforma del 1578.

Nello stesso anno la Oude Kerk divenne sede del registro dei matrimoni. Venne usata anche come archivio cittadino, i documenti più importanti erano chiusi in un cassettone ricoperto di piastre di metallo e dipinto con lo stemma della città. Il cassettone veniva tenuto al sicuro nella cappella di ferro.

Rembrandt fu un frequente visitatore della Oude Kerk e qui vi vennero battezzati tutti i suoi figli. Si tratta dell’unico edificio di Amsterdam ad essere nel suo stato originale fin dai tempi in cui Rembrandt vi mise piede. Nel Santo Sepolcro si trova una piccola esposizione di Rembrandt, un sacrario per la moglie Saskia van Uylenburgh che venne qui seppellita nel 1642.

Ci sono quattro organi nella Oude Kerk, fra i quali il vecchio organo costruito nel 1658 e quello costruito nel 1767. Il terzo venne costruito dal tedesco Christian Vater nel 1724 e viene considerato come uno dei migliori organi barocchi d’Europa. Venne riconosciuto come “perfetto” dai commissari della chiesa. L’organo venne smontato durante dei lavori di restauro al campanile nel 1738, e nel riassemblarlo, Casper Müller fece delle modifiche per dare all’organo più forza. Divenne noto come l’organo Vater-Müller, come riconoscimento per i miglioramenti del suono. Il quarto organo è opera di Nicola Puccini di Migliarino Pisano. È uno strumento, recentemente terminato, costruito interamente a mano in stile italiano del ‘600. Per la sua costruzione l’organaro italiano ha preso ispirazione da tre importantissimi strumenti toscani: Giovanni Piffero (Organo di Palazzo Pubblico di Siena 1519-1524), Cesare Romani (Organo di San Quirico D’Orcia 1606) e Domenico Francesco Cacioli (Organo di Santo Stefano di Siena 1720). L’organo verrà inaugurato sabato 4 settembre 2010 da Gustav Leonhardt e Matteo Imbruno in occasione del concerto di apertura del “Third International Sweelinck Festival”.

Il busto del famoso organista e compositore Jan Pieterszoon Sweelinck celebra la vita che egli spese a suonare nella Oude Kerk. Iniziò la sua carriera all’età di quindici anni, quando successe al padre deceduto, Pieter Swybertszoon, come organista della Oude Kerk. Sweelinck compose 150 salmi e si assicurò una reputazione internazionale come principale compositore olandese. La sua musica verrà suonata sulla città dalle campane della chiesa.

Oggi la Oude Kerk è un centro per attività sia religiose che culturali, e può essere noleggiata per presentazioni, ricevimenti e cene.Tra gli eventi ospitati c’è la prestigiosa cerimonia di premiazione della World Press Photo.

Il miracolo eucaristico di Amsterdam 

Ogni anno a metà marzo, i cattolici arrivano alla Oude Kerk per celebrare il “Miracolo eucaristico di Amsterdam“, che avvenne nel 1345. Dopo aver preso la comunione, un uomo morente, Ysbrand Dommer, vomitò l’ostia in un catino, il cui contenuto fu gettato nel fuoco di un camino. Ma l’ostia non bruciò, e il fatto venne dichiarato miracoloso[1]. Sul luogo dove avvenne il prodigio fu costruita una cappella.

Piazza Dam

Piazza Dam o semplicemente “il Dam” è la più famosa piazza di Amsterdam.

Situata nella Nieuwe Zijde (la “zona nuova”), sorta intorno al 1270 e un tempo piazza del mercato, ospita uno dei monumenti principali della città, ilPalazzo Reale (Koninklijk Paleis) oltre ad altri monumenti ed edifici d’interesse, quali il Nationaal Monument, la Nieuwe Kerk e il celebre museodelle cere Madame Tussauds Scenerama.

Piazza Dam occupa il primo posto nel cosiddetto Canon van Amsterdam.

Nemo

NEMO è il più grande centro scientifico dei Paesi Bassi. Si trova ad Amsterdam. Il palazzo che lo ospita è stato progettato dall’architetto italiano Renzo Piano. NEMO si trova vicino alla Stazione Centrale di Amsterdam e al Nederlands Scheepvaartmuseum (Museo Marittimo dei Paesi Bassi)

Van Gogh museum

Il Van Gogh Museum di Amsterdam

Il Van Gogh Museum è un museo statale (Rijksmuseum) situato ad Amsterdam nei Paesi Bassi, in Paulus Potterstraat, 7. Possiede la più grande collezione di opere del pittore olandese Vincent van Gogh.

(Questo lo adoro!E non sapevo neanche che fosse suo!)

Di questo c’era anche la camera “reale”

Vondelpark

Vondelpark On A Sunny Day.jpg

Vondelpark è un parco all’inglese di circa 47 – 48 ha. nel centro di Amsterdam (nella zona dei musei), realizzato su progetto degli architetti Jan David Zocher (1791 – 1870) e Louis Paul Zocher (1820 – 1915) ed aperto al pubblico nel giugno del 1865.
Il parco, definito il “Bois de Boulogne” di Amsterdam ed utilizzato non solo per passeggiate, jogging o picnic, ma anche per concerti ed altre manifestazioni (come tornei di golf), prende il nome – a partire dal 1867 (e ufficialmente dal 1880) dal poeta e drammaturgo olandese Joost van den Vondel (1587 – 1679), del quale è stata eretta una statua in loco. In precedenza, il parco si chiamava Nieuwe Park

Si tratta del secondo progetto di un’area verde nel centro di Amsterdam dopo Artis il più antico complesso zoologico dei Paesi Bassi, sorto nel 1838.

Leidseplein

Leidseplein (“Piazza di Leida“) è – insieme a Piazza Dam, a Rembrandtplein e a Waterlooplein – una delle più famose piazze diAmsterdam, nota come luogo dei divertimenti e fulcro della vita notturna della capitale olandese e per questo soprannominata da molti – con un termine un po’ dispregiativo – “piazza del guazzabuglio”

La piazza, situata nella zona sud-occidentale del centro cittadino, deve il proprio nome alla Leidsepoort, l’enorme porta cittadina, demolita nel 1862, che si trovava lungo la strada che collegava la capitale a Leida (Leiden).

Mercato dei fiori

DEGNI DI NOTA I NEGOZI DI FORMAGGI TIPICI LOCALI…………..per un amante dei formaggi come me,vero paradiso.

E’ inutile secondo me parlare delle solite cose…coffeeshop,red lights line…si ok tappe quasi obbligatorie per il turista medio ma che secondo me TOLGONO VALORE a questa splendida città.

Come non menzionare le FANTASTICHE case/barche!?!?!

Volevo dormire con il mio ragazzo (andremo per il nostro anniversario ad Amsterdam) su uno degli alberghi/boat ma non mi piaceva molto l’idea di dormire su un letto a castello divisi!

Precisamente QUI.

Quartiere cinese con tempio 

Caffetterie so sweety

L’entrata al fantastico quartiere chiuso dal portone ❤

Palazzetti storti 😀

Come a Venezia…casa con accesso dal fiume

Fuochi d’artificio a capodanno